Nullità del test alcoolimetrico in caso di omesso avviso al conducente della facoltà di farsi assistere da un difensore di fiducia: deducibilità fino alla sentenza di primo grado

alcoltestCon sentenza del 29/01/2015 depositata in data 05/02/2015, le Sezioni Unite, ponendo fine ad un acceso dibattito sorto in seno alle Sezioni Semplici in ordine al termine ultimo per la deducibilità della nullità del alcool test in assenza dell’avvertimento al conducente del veicolo della facoltà di farsi assistere da un difensore di fiducia, hanno enunciato il seguente principio di diritto: “la nullità conseguente al mancato avvertimento al conducente di un veicolo, da sottoporre all’esame alcoolimetrico, della facoltà di farsi assistere da un difensore di fiducia, in violazione dell’art. 114 disp. att. cod. proc. pen., può essere tempestivamente dedotta, a norma del combinato disposto degli artt. 180 e 182, comma 2, secondo periodo, cod. proc. pen., fino al momento della deliberazione della sentenza di primo grado“.

Nella predetta pronuncia affermano, altresì, che, in relazione all’art. 182, comma 2, primo periodo, cod. proc. pen., per “parte” sulla quale grava l’onere di eccepire la nullità di un atto nel caso in cui vi assista non può intendersi mai l’indagato o l’imputato, ma solo il difensore (o il pubblico ministero).

Testo integrale della sentenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...